Creare un blog

images (24)

Cos’è un Blog? Una partenza obbligata, alla quale rispondo così: è un angolo di web a disposizione di un autore, il blogger, nel quale vi registra esperienze, riflessioni, informazioni e opinioni più o meno personali.

 

Esistono blog generalisti in cui non si trattano tematiche precise. Ciò che vi emerge è il gusto, il modo di vivere e d’intendere il mondo del blogger stesso; egli si rivolge a un’utenza variegata e multiforme da tanti punti di vista.  Una sorta di diario insomma, aperto e condivisibile da tutti o quasi.

Poi ci sono i blog a tema, come il mio, che trattano argomenti di nicchia e hanno un’utenza specializzata e per questo più esigente.

Perché avere un blog? 

Riporto la mia esperienza che penso sia comune a molti. Scrivo da molto tempo e negli ultimi anni mi ritrovo costantemente su Internet alla ricerca di consigli e di informazioni relativi alla scrittura creativa. In questo mio peregrinare, ho fatto la conoscenza virtuale di molti “guru” del settore come Giulio Mozzi e mi sono imbattuta in bravissimi blogger come Daniele Imperi di pennablu.it che con umiltà e sapienza impartisce da anni ottimi consigli.

Dopo molti post letti, mi è nata forte l’esigenza di commentare, lasciare la mia opinione, offrire una riflessione e interagire con altri utenti.

Ecco allora il passo decisivo: creare un blog tutto mio dove riportare, quotidianamente o quasi, la mia opinione sull’argomento che mi appassiona sempre di più e che ho approfondito tanto.

Altri buoni motivi del blogging

Al di là della mia esperienza personale ho individuato altri motivi, secondo me validi, per continuare l’avventura del blogging.

Scrivere sul blog è una palestra validissima per la crescita personale. Esso ti obbliga a stare al pezzo con lo studio, l’approfondimento e la tecnica. Alla base di ogni buon post c’è una ricerca, una rielaborazione personale e una revisione continua dei contenuti.

Aiuta molto a dare forma e ordine alle idee secondo una ferrea sequenzialità; il che permette il potenziamento del pensiero logico e della sintesi.

Rende possibile comunicare le proprie idee in un’ottica di condivisione; ciò stimola la rilettura critica personale e impedisce la cristallizzazione del proprio modo di pensare.

Favorisce la circolazione dei contenuti che costituiscono il proprio lavoro o interesse, ciò può costituire una buona base di partenza per pubblicizzarlo.

Permette di conoscere le opinioni altrui in merito al tema che ci sta a cuore. Sappiamo quanto sia utile per crescere non rimanere ancorati al proprio orticello, ma spaziare il più possibile.

Stimola la creatività e l’espressione comunicativa. Un’attività così intensa, alla lunga diventa complessa e darà fondo a tutto il bagaglio di partenza. Quale occasione migliore per arricchirlo e ampliarlo il più possibile?

Costringe a fare i conti con i propri limiti e le proprie debolezze. Niente ci appartiene di più ed è più vero di quello che mettiamo su carta, in questo caso su “schermo”. Le maschere nella scrittura non reggono un granché. Il blogging ci spinge a lavorare su noi stessi e a conoscerci di più, per presentarci al meglio.

In conclusione

Mi rendo conto che i motivi possono essere altri e del tutto diversi da quelli che ho trascritto.

Chiunque di voi  abbia intrapreso la splendida avventura del blogging può essere spinto da altre esigenze a da altre motivazioni interiori.

Avete voglia di comunicarle? Che cosa vi ha spinto ad aprire il vostro blog?

 

 

 

 

 

 

Views All Time
Views All Time
Views Today
Views Today
Avatar for rosalia pucci

Info su rosalia pucci

La gente che piace a me si trova sempre sparsa qua e là; sono dei solitari… solo che si riconoscono non appena si trovano assieme

13 risposte a Creare un blog

  1. Avatar for rosalia pucci Audrey scrive:

    Questo articolo fa davvero venire voglia di aprire un blog!
    Mi piace molto che l’esperienza blogging possa diventare una sorta di cammino interiore, crescita personale, soprattutto grazie ai feedback degli utenti. Certo, indispensabile è possedere le competenze adeguate e qui, devo ammettere, non mancano.

    • Avatar for rosalia pucci rosalia pucci scrive:

      Grazie Audrey per la riflessione, blogging come cammino interiore.
      Sì, in effetti in questa avventura mi sento come una che abbia intrapreso
      una strada completamente nuova di cui deve esplorare tutte le potenzialità.

  2. Avatar for rosalia pucci writer61 scrive:

    Io non amo i blog generalisti, sono un appassionato di scrittura e quindi cerco sempre quelli tematici, purché l’argomento sia centrato e stimolante, come ritrovo qui. Blogger infatti non ci si improvvisa, né si puo’ pretendere di iniziare senza un piano strutturale con precisi punti da focalizzare, una sezione sulle questioni scottanti di ortografia e editing e magari di una specifica di recensioni letterarie.

    • Avatar for rosalia pucci rosalia pucci scrive:

      Grazie writer61 per la segnalazione. Blogger non ci s’improvvisa, hai ragione. Ci vuole un approfondimento continuo degli argomenti che s’intende trattare.

  3. Avatar for rosalia pucci sally scrive:

    Condivido il fatto che blogger non ci si improvvisa..personalmente sono una food blogger per passione della cucina e un pò per caso..mi ha convinta mia figlia e mi ha guidata nella creazione del mio blog di cucina dai cantieri edili alla cucina creativa..sotto giallo zafferano blog conosciuto e apprezzato dagli amanti della cucina..la tua domanda perché scrivere un blog e la spiegazione che consigli mi e utile per crearne uno nuovo riferito alla mia professione tecnica di consulente della sicurezza nei cantieri edili..un blog di nicchia..grazie dei consigli ci fai venire voglia di scrivere e di creare sullo schermo.

  4. Avatar for rosalia pucci babbonline scrive:

    Ho iniziato il mio blog con l’idea di condividere la mia esperienza di paternità con altri padri e madri presenti in Rete, sia come blogger che come lettori.
    Il mio blog è decisamente tematico, il taglio che gli ho dato è quello di uno spazio di mie riflessioni derivanti dalla mia esperienza diretta o indiretta sull’avere figli. E’ vero che chi scrive in Rete, rispetto a chi scrive un suo diario cartaceo, vuole essere letto da altri ma è anche vero che avere un blog spinge ad avere una costanza e un impegno che il fatto di scrivere un fogli di carta nella propria casa non richiede. Questo “obbligo” autoimposto a scrivere e a riflettere su quello che si scrive perché altri possono leggerlo è molto utile.

    • Avatar for rosalia pucci rosalia pucci scrive:

      Grazie babbonline per il tuo contributo. Condivido in pieno l’utilità di scrivere
      e riflettere su quello che si scrive.
      Scrivo il tuo link: babbonline.blogspot.it
      io l’ho visitato ed è molto interessante.

  5. Avatar for rosalia pucci Daniele scrive:

    Grazie della citazione 🙂
    Non saprei dire quali sono le mie motivazioni, forse sono tante e confluiscono tutte in una sola: a me piace scrivere di temi che mi appassionano e condividere quello che so.

  6. Avatar for rosalia pucci Alice scrive:

    Ciao,volevo dirti che il tuo sito è adorabile e chiederti un consiglio.
    Mi piacerebbe molto aprire un blog, ne avevo uno su hotmail quando ancora esistevano ma non ho più trovato nulla di simile, quindi mi chiedevo se tu mi sapresti consigliare n sito dove aprirne uno. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *