L’ambientazione che non ti aspetti

Ho bisogno di trovare nel libro il senso dello spazio e del tempo nonché il gusto dei dettagli cioè quell’alchimia che apparecchia la scena con stile. Perché in realtà non sono le descrizioni ad annoiarmi, quanto la spiegazione minuta di ogni singolo aspetto dell’ambiente e dei personaggi. Preferisco una scrittura cinematografica, carrellata iniziale e zoom  su qualche dettaglio capace di evocare delle sensazioni.

L’ambientazione perfetta

A distanza di due anni dall’articolo A come ambientare ritorno a parlare di un aspetto fondamentale della narrazione: l’ambientazione perfetta. Intanto chiariamo cosa intendo con il termine “perfetta”, non vorrei indurvi a credermi una perfettina nell’accezione negativa del termine. Niente di più lontano.  In ogni ambito,  da sempre, perseguo il fascino discreto dell’imperfezione. Per quanto riguarda l’ambientazione […]

A come Ambientare

La lettera A nel titolo ha un compito: sta lì a significare che l’ambientazione di una storia non è l’elemento secondario del racconto, piuttosto uno dei fondamenti. Ambientare nel Fantasy Nel Fantasy il compito complesso di ambientare una storia, diventa addirittura arduo. Una cosa infatti è descrivere un ambiente noto, un’altra inventare un mondo di sana […]