Summer 2018

Non so come, anche quest’anno il treno impazzito è arrivato a destinazione: Treno giunto al capolinea! Sento gridare dall’altoparlante. O forse è solo uno scherzo della mia stanca immaginazione.

Le ferie sono arrivate.  Aver reciso anche solo da qualche giorno il cappio del fattore tempo, il tiranno che mi tiene in scacco per gran parte dell’anno, ha aperto la strada a un diffuso senso di benessere. Davanti a me si aprono due mesi di assoluta libertà: posso decidere di fare, di rimandare, di non fare, e di fare quando voglio, tutto a mio piacimento. Non è poco.

Imperativo assoluto: recuperare. Recuperare le forze,  le attività rimandate per troppo tempo, le letture interrotte, la revisione del romanzo, gli appuntamenti della promozione del libro  procrastinati.

A proposito di recuperi… 

Dopo tanto rimandare, mi sono dedicata al restyling del blog. Questa volta ho optato  per uno stile minimal seppure con quel tocco di romanticismo a cui non so proprio rinunciare.  Mi sono decisa di dare meno spazio alle immagini e più importanza ai contenuti scritti. Per l’occasione ho confezionato il logo autore che vedete nell’intestazione e che mi accompagnerà spero a lungo e non solo nel blog.  Non sono un’esperta, è stata una faticaccia che ha fagocitato tutti i miei primi giorni di ferie. Il risultato però mi ripaga alla grande. Si sa, tutto si può modificare e migliorare. Attendo il vostro parere!

Lettura e immaginazione

Sarà per il contatto con il sole e l’acqua marina, fattori per me imprescindibili, o per il fatto che una tipica giornata estiva si svolge per gran parte all’aria aperta, l’estate è la stagione in cui il mio corpo recupera la forma psicofisica migliore. Anche quest’anno mi aspettano giorni in spiaggia e in giardino per dedicarmi alle mie due attività preferite: lettura e immaginazione. Ho diversi libri acquistati che attendono da un pezzo sul comodino.

Uno di questi, La figlia perfetta di Anne Tyler, è in dirittura d’arrivo e presto scriverò la recensione.

Mi dedicherò quindi alla Manutenzione dei sensi di Franco Faggiani, un libro che descrive l’incontro tra due solitudini, quella di un giornalista in crisi e un ragazzo taciturno e problematico. Cosa ne verrà fuori? Spero una storia di quelle che parlano direttamente al cuore, proprio come piacciono a me.

Contemporaneamente continuerò la lettura intrigante del romanzo in versione ebook di Ludovica Giulia Mancini: Fragile come il silenzio, un avvincente giallo che ha per protagonisti il commissario Saverio Sorace e la collega Sara. Posso anticiparvi che si tratta di un thriller avvincente e ben congegnato, per la recensione finale però dovrete attendere ancora una sessantina di pagine.

Mi attendono poi due classici: Il barone rampante di Italo Calvino, autore italiano che adoro per lo stile asciutto e polifonico che rifiuta l’enfasi e punta sulla precisione e l’accuratezza lessicale; e il libricino Sanditon di Jane Austen, romanzo postumo e incompiuto che è diventato un delizioso cult per gli estimatori della grande scrittrice britannica.

Sul tablet invece oltre a Giulia Mancini, ho la seconda edizione di Così passano le nuvole di Elena Ferro, romanzo di una donna al bivio che sicuramente mi sorprenderà, vista la personalità a tutto tondo dell’autrice.

Ho acquistato da pochissimo anche il romanzo di Mariarosa Quadrio: Il muro di Vanessa  una storia di cadute, di riprese e di lotta, in cui, come si evince dal titolo, si parla dei fatidici muri che  barricano l’esistenza entro confini invalicabili. Una storia più che mai attuale.

Immaginazione… non di solo letture vive l’uomo. Dalle parole lette nascono i pensieri e le idee, in un concatenarsi nuovo e originale. E quando Kronos il tiranno abdica, si aprono per me, per tutti noi, infinite possibilità. La dimensione spazio-temporale diventa  fluida e dinamica e il pensiero libero di scorrazzare liberamente conquista nuovi lidi. La potenza dell’immaginazione è superiore alla logica come ebbe a dire Einstein:

La logica vi porterà da A a B, l’immaginazione vi porterà dappertutto!

Scrittura

Molto su questo versante è in programma. Prima cosa: fare delle scelte precise per evitare di disperdere energie e trovarsi con un pugno di sabbia in mano. La priorità va  alla revisione  del nuovo romanzo al fine di rispettare di una scadenza che mi sono data.  A settembre il manoscritto dovrà essere pronto per l’editing in vista di una nuova possibile pubblicazione. Nel frattempo, tra una correzione e l’altra, un’aggiunta e un taglio,  continuo la promozione di Come una piuma, attività che svolgo volentieri,  visto le soddisfazioni che mi regala. Il 19 Luglio è in programma una nuova  presentazione, questa volta in una prestigiosa libreria di Portoferraio, con l’aiuto di una specialista che  affronterà in modo mirato il problema dell’anoressia.
L’estate 2018, avrete capito, si preannuncia intensa, piena di attività che mi appassionano. Spero di condurre in porto con piacevolezza, e senza doverla rincorrere, ogni cosa.

Ciò che è in divenire per natura è instabile, mutevole e intercambiabile. Quindi, in definitiva, se tutto è possibile, niente è certo. Proprio come la vita.

E voi, cari amici, a proposito di relax, letture e scrittura che programmi avete? Cosa vi augurate per l’estate 2018?

Views All Time
Views All Time
Views Today
Views Today

14 commenti su “Summer 2018

  1. Il restyling del blog mi garba assai 😉
    Programmi per l’estate? Non stancarmi troppo, se possibile qualche giorno di ferie in totale relax, e forse iniziare un certo progetto creativo… Tutto molto vago insomma.
    Buona estate a te che hai già tanti bei progetti 🙂

    1. Grazie Ariano, sei gentile come sempre. Il proposito di non stancarsi troppo mi sembra ottimo. Buon relax e buon inizio… creativo!;)

  2. Innanzitutto mi piace il logo e il colore di fondo. Tutto molto sobrio ed elegante. Quella penna in primo piano che fa capire al volo quanto tu sia legata al mondo classico della scrittura, quelle che restano le tue radici. E poi proprio carini i post a lato fissati con la puntina. Direi 10 come voto.
    Per i tuoi propositi estivi, hai davvero delle belle letture e un programma di tutto rispetto. Per alcune lo dico a ragion veduta visto che ti ho preceduto e le conosco.
    Come sarà la mia estate scrittoria? Piena di letture (Otto montagne di Cognetti, Splendore di Margaret Mazzantini, Il labirinto degli spiriti Carlos Ruiz Zafron e due ebook di libri che ho sostenuto con il crowdfunding). E con la speranza di riuscire a mettere le mani sulla revisione del nuovo romanzo, tempo ed energie permettendo. L’estate ha l’enorme svantaggio di volare via veloce ed essere troppo corta per farci stare dentro tutto. Sigh.

    1. Grazie Nadia, il tuo giudizio mi conforta. Belle le tue letture, in particolare le Otto montagne che prima o poi leggerò. Eh sì, non basta un’estate per tutti i nostri progetti! Un abbraccio

  3. Intanto lasciami dire che il restyling è BELLISSIMO.
    Un mix come tu dici di praticità e di “romanticismo”, che rende più piacevole la lettura. Non c’è niente da fare, l’aspetto di un blog significa molto.
    Ottimi i tuoi propositi per l’estate.
    Io conto essenzialmente di RIPOSARE. Perché sono arrivata davvero stremata a fine giugno. Leggere, rilassarmi, non fare nessun programma. Fermo restando che i lavori della casa nuova richiedono la mia presenza qua è là.

    1. Grazie Luz, ho faticato molto ma alla fine qualcosa ho ottenuto. Sì, fai bene a riposare, ho seguito i tuoi impegni teatrali e lavorativi, meriti proprio un periodo di relax. Gli impegni legati alla tua nuova casa ti porteranno tante soddisfazioni, vedrai. Andrai in vacanza nell’amata Calabria?

  4. Che bella la nuova veste del blog, mi piace molto questo restyling!
    Vedo che ne hai parecchia di carne al fuoco, di certo non corri il periodo di annoiarti, cara Rosalia. Complimenti anche per la nuova presentazione alle porte.
    Da parte mia, mi sono resa conto proprio in questi giorni che ho una grande esigenza di staccare la spina dalle solite cose, dalla routine, ma soprattutto dalla rete, quindi penso che la maggior parte dei progetti in corso avrà una fase di arresto. La scrittura invece procederà senza particolari vincoli, insomma quel che verrà verrà. Nessuno mi corre dietro, per fortuna 🙂
    Buonissime vacanze, un caro abbraccio!

    1. Grazie Maria Teresa, sono contenta che ti piaccia. Comprendo il tuo desiderio di staccare la spina, e se non ti vedrò per un periodo da queste parti, immagino che sarai a ritemprarti il corpo e lo spirito nel silenzio, davanti a un bel tramonto, e quindi non me ne avrò a male;) La scrittura si nutre di periodi di meditazione che di tanto in tanto dovremmo saperci ritagliare. Buon riposo anche a te, cara:)

  5. Ciao cara, mi godrò pienamente il tuo restyling quando rientrerò a casa e tornerò in possesso del mio pc . Intanto mi compiaccio per i tuoi 2 mesi di libertà. Una grande opportunità. Felice anche di passare con te qualche ora con il mio “Così passano le nuvole”. Mi auguro che la tua estate sia splendida e possa darti le soddisfazioni che meriti. Intanto prend
    o atto che stai lavorando al tuo secondo romanzo alacremente. Io con la mia estate da lumaca me la sto prendendo un cicinin comoda… Abbracci ”
    Appena riesco lo inserisco nel blog.
    Come stai? Che bello l’incontro con Barbara, è stato casuale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.