Il potere terapeutico della scrittura

“La tentazione più grande è stata quella di voltarmi indietro.  Ma ho imparato a non farlo, una parte di me era  persa per sempre.  Mi gettai a capofitto a scrivere e a scrivere. Mi inventavo uomini e donne messi a dura prova dalla vita, che alla fine ce la facevano sempre.  Attraverso di loro, intanto, rielaboravo il dolore e  la paura e recuperavo granellini di speranza. Fino ad allora è stato un processo quasi inconsapevole.”

Un luogo dell’anima

Avete mai vissuto un istante di pura felicità nel contemplare un luogo?  Le parole possono appena svelare le emozioni che scuotono l’anima immersa nella perfezione, in cui cielo e terra si sfiorano. È un tuffo nell’immensità.                                       […]