Come cercare l’ispirazione per scrivere

 

 

download (1)

Se sei afflitto da un atavico blocco dello scrittore e l’ispirazione ti ha abbandonato ancor prima di nascere, allora seguimi in questa riflessione.

Innanzitutto esci da quella sorta di nube tossica che ti attanaglia: la convinzione di non avere niente da dire o da raccontare. Non è vero, è solo un’autogiustificazione necessaria a sopire l’inquietudine con cui convivi da anni. Chi ha letto i miei primi post, ricorderà che ho parlato del richiamo del talento, una voce interiore molto forte. Se non l’ascolti, diventerà uno spettro con cui fare i conti.

Comincia a guardarti intorno: la vita è un libro aperto, offre spunti continui da cui trarre l’idea giusta per un racconto o un romanzo. Tempo fa dovevo scrivere un racconto noir per un forum letterario a cui sono iscritta. Ero a corto d’idee, quando mi è comparsa davanti l’immagine della mia vecchia vicina di casa, quella che spiava ogni mia mossa; da lì a scriverci sopra un racconto dalle tinte fosche, il passo è stato breve.

Leggi ogni giorno. La lettura costante è una palestra fondamentale per reperire l’ispirazione; non significa copiare le idee degli altri, tutt’altro. Serve a nutrire l’immaginario, a scovare nuove figure retoriche, ad arricchire il patrimonio lessicale e semantico che costituisce il bagaglio dello scrittore.

Non cercare di sviluppare idee gettonate per cavalcare l’onda dei vari Codici da Vinci, soprattutto se il genere non ti appartiene. Cerca di fare una ricerca che abbia un senso per te, che aiuti a mettere a fuoco le tue vere potenzialità.

Sfrutta i momenti in cui sei a contatto con la natura, una passeggiata nel bosco, mentre peschi su uno scoglio, o un pomeriggio in campagna. La tua interiorità ha bisogno di silenzio e di concentrazione per metabolizzare tutte le informazioni con cui la bombardi ogni giorno. A un certo punto è necessario che tu rientri in te stesso per trovare quello che si è sedimentato e riordinato.

Se ami la musica, ascoltala mentre scrivi, le parole fluiranno dolcemente dalla mente allo spazio bianco davanti a te, come i topolini attratti dalla melodia del pifferaio magico. Provare per credere! Inoltre anche i testi delle canzoni ispirano molto. Io ho trovato l’idea per il mio secondo romanzo da una canzone famosa di un cantautore: non dal testo intero, solamente da un verso. Ricordo che in quel momento ho provato un brivido.

Se sei amante dell’ Arte figurativa, cerca l’ispirazione nei quadri o nelle sculture. Non disdegnare l’arte contemporanea, se approfondisci il messaggio dell’autore, quando osserverai l’opera ti si aprirà un nuovo mondo.

Guarda  film d’autore, sono una fucina d’idee. L’inquadratura di un volto, uno scorcio di ambientazione, una frase dei dialoghi, una scena dolorosa o scherzosa possono dare il via alla tua idea.

Cerca indizi ovunque, in metro, sul treno, per la strada, al supermercato: cattura dialoghi, osserva degli incontri, visualizza alcune espressioni, capta dei pensieri. Ti servirà come il pane un quadernino su cui appuntare ogni minimo particolare ti abbia colpito.

Tieni una rubrica dove annotare le frasi di  film, libri, commedie teatrali, persone vere che ti hanno colpito. Rileggendole di tanto in tanto, potrebbe scattarti l’ispirazione.

Fai uno sforzo costante per leggere dentro di te e conoscerti a fondo. Ricorda che uno scrittore deve lavorare molto  su se stesso, sulla propria sfera interiore e sulle proprie ossessioni per scrivere cose che abbiano seguito. Le persone irrisolte o immature trasmettono le loro problematiche quando scrivono e questo non aiuta a crescere nel percorso intrapreso.

Lascia pure nei commenti la tua opinione o anche altri suggerimenti per trovare l’ispirazione. Ci aiuteresti molto ad approfondire.

 

 

Views All Time
Views All Time
Views Today
Views Today
Avatar for rosalia pucci

Info su rosalia pucci

Amante della scrittura, ha una sogno nel cassetto: pubblicare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*